COMUNICATI STAMPA

andrea brusa,Andrea Brusa, Autore, Scrittore ed Attore di successo svela la sua musa ispiratrice: sua moglie Chiara.

Andrea Brusa, Autore, Scrittore ed Attore di successo svela la sua musa ispiratrice: sua moglie Chiara.

Andrea Brusa, Autore, Scrittore ed Attore di successo svela la sua musa ispiratrice: sua moglie Chiara.

"Lui è un uomo. E un’artista: ha il dovere di sapere che il grande scopo dell’essere umano è comprendere l’amore totale. L’amore non sta nell’altro ma dentro noi stessi. Siamo noi che lo risvegliamo. Ma perché ciò accada abbiamo bisogno dell’altro. L’universo ha senso solo quando abbiamo qualcuno con cui condividere le nostre emozioni": una definizione di Paolo Coelho che sembra davvero addirsi all’autore Piemontese del momento.

Artista doc, non smette mai di stupire e vocato com’è all’amore verso sua moglie Chiara vuole recuperare un messaggio antico forte e prepotente quale l’amore che deve tornare a dominare il mondo. "C’è caos dappertutto, anche l’arte cambia e rispecchia il momento che si vive – afferma l’artista – la luce che utilizzo per le mie figure è interiore ed è energia. La luce viene dalle mie opere e il periodo artistico è definito da essa".

Andrea Brusa sottolinea l’importanza dell’arte e sostiene che con essa ne alimentiamo lo spirito. Tecnologia, comunicazione, relazione di insieme è costruire i rapporti. L’arte è amore. L’autore di INVALIDO D’AMORE e della LA VIA DEI MIRACOLI nonché dello strepitoso successo teatrale MON COEUR fa uno sforzo di sintesi perché è un’artista, è riflessione tra arte amore e scienza. Dedica attenzione tra materia inerte e vivente, è intreccio di energia e flussi di materie. L’arte può sconfinare, liberarsi dai lacciuoli. Con il linguaggio artistico ci trasmette il piacere di vivere e di apprezzare ed il sapore trasmessoci dalle creazioni dell’artista è un invito a volerci bene. Ci invita ad entrare nella sua opera. L’arte è interazione. L’artista non è assolutamente condizionato dalla società per poter vendere. Autoregolamentazione è interazione. La sua arte non si lascia condizionare perché segue il proprio pensiero.

"La mia musa Chiara sei tu che ti fai foglio bianco per raccogliere le mie rime. La mia musa sei tu moglie mia che con sguardo ispirato guardi lontano in un mondo dove a volte ho l’impressione di avere l’accesso negato. La mia musa sei tu che metti poesia in ciò che sei, che metti amore in quello che fai. La mia musa sei tu che ispiri ogni mio gesto e scateni le mie piccole idee e considerazioni. La mia musa sei tu che metti al muro le mie sciocche illusioni costringendomi a guardarmi dentro dove ho il terrore di guardare forse per paura che questo vuoto mai più si possa colmare. La mia musa sei tu anima pura, cuore sincero, tu che sei per me metro di giudizio e paragone di tutto il mondo che non esiste se non contiene te...". Cambiare non è facile dicono, ma questa Dea ha vissuto ogni istante come una avventura differente e cosa importante è riuscita nel suo intento seppur non ancora totalmente… ha scelto la vita … ed ora l’autore Andrea Brusa sta letteralmente morendo per lei… pur continuando a produrre numerosissime opere che dalla prossima settimana porterà anche in RADIO su RADIO PLAY TIME (www.radioplaytime.net). Non abbandonate mai l’amore verso voi stessi, poiché il vostro cuore, scrigno di tutti i segreti, sa quando fingete di non sentirlo, vi porta verso la fine senza darvi scelta… non temete di fallire o di non avere più una età adeguata, guardate piuttosto come fa l’autore ad ogni singolo giorno come al portatore di nuove straordinarie avventure, dove tutto è possibile, perfino di trovare sul proprio cammino il bianconiglio che dopo aver guardato il suo grosso orologio esclama "presto è tardi" … anche lui conosce il segreto, ed Andrea Brusa lo rivela nelle pagine dei sui libri poiché fa parte della sua missione o almeno di ciò che crede sia giusto fare. Cosa aspetti Chiara a tornare da lui… hai un uomo, un Angelo in carne ed ossa che ti ama davvero come mai s’era visto fino ad ora e che ti sta donando la sua vita. Conclude l’intervista l’autore parodiando un verso di Alda Merini: "Torna Chiara, vela delicata e libera che occupi il pensiero della mia terra… sto morendo sulla grandiosità di un fiume che è rosso di desiderio e vorrebbe travolgere il tuo amore".

PIER CARLO LAVA
Consulente Editoriale

  • 21 September 2016
  • 14

Contattami

Andrea Brusa

Il tuo messaggio è stato inviato!