COMUNICATI STAMPA

andrea brusa,E ora disponibile in formato EBOOK e MOBI il libro LA VIA DEI MIRACOLI

E ora disponibile in formato EBOOK e MOBI il libro LA VIA DEI MIRACOLI

E’ ora disponibile in formato EBOOK e MOBI il libro LA VIA DEI MIRACOLI dell’autore Andrea Brusa in cui viene raccontato tutto quello che era stato taciuto in INVALIDO D’AMORE.... Un vero evento dal punto di vista EDITORIALE! Ecco in ANTEPRIMA la SINOSSI e la QUARTA DI COPERTINA

SINOSSI
Un viaggio nell’inferno raccontato da chi c’è stato. Un morto tra i vivi… ma è proprio a questi come lui “morti” invano agli occhi del mondo indifferente, ma sacrificatesi per una giusta causa - che un giorno lo stesso mondo commemorerà -, che il protagonista innalza nel libro o, ancora una volta, diario di viaggio. La raccolta è un vero inno a chi combatte per i propri ideali e resiste. A chi come lui, Angelo Custode sulla terra…. lotta per poter essere accettato in quanto tale. Dovendo parlare di Angeli, come fare se non cominciando dal ’nostro’ Angelo per eccellenza, l’Angelo Custode che Dio pone accanto al nascituro/a per vegliarlo ed assisterlo nel corso della sua vita e - aggiungo - anche ’oltre’? Ma potremmo mai farlo meglio del protagonista? Avrei potuto farvi una sintesi di quanto dice lui stesso al riguardo, ma la sostanza non sarebbe cambiata, sono invece le sfumature, di ombra e di luce, quelle che danno un senso più compiuto al tutto, e quello di Angelo Custode di cui si narrano le mille peripezie in queste pagine è veramente un quadro che stupisce per la sua bellezza seppur a volte angosciante fino al punto dell’inaccettabilità come quando viene narrato uno stupro a suo danno da parte di un trans marocchino. Esso va quindi visto nella ’luce’ giusta, quella con cui Egli stesso l’ha ’dipinto’ e che io vi trascrivo.

QUARTA DI COPERTINA
In LA VIA DEI MIRACOLI, proseguo naturale di INVALIDO D’AMORE, si racconta la storia di un Angelo Custode che, caduto in un pozzo di disperazione dopo essere precipitato qui sulla terra, ricerca spasmodicamente di riconquistare la sua natura angelica ed agisce nel solo interesse di salvare la sua protetta... Vaga disperato perché sente che ha perso casa sua ma non sa come ritornarci... Incontra tante persone e cerca di capire cosa sentono, che cosa li spinge a muoversi e si accorge che sono molto diverse da lui... Cammina desolato e costernato da tristezza perché si sente abbandonato e rifiutato, ma una forte spinta - come un fuoco che arde - lo spinge in avanti... Il fuoco è una fiamma eterna piena di vita, innocenza e purezza che si plasma intorno all’anima dell’Angelo caduto. Lui non ricorda perché, ma aiutare gli altri è ciò che gli viene naturale, spontaneo... Nei suoi occhi non c’è malizia o tenebra, ma c’è amore ed innocenza e fragilità, una fragilità che ti penetra nel cuore, uno sguardo che ti denuda, una debolezza piena di potere... Lui ha perso le ali, ma può ancora volare perché non ne ha più bisogno... Lui porta Dio dentro di se ma non è abituato a sentirlo qui dall’inferno del mondo tridimensionale, dove ci vogliono occhi profondi e qualità più sviluppate che nell’aldilà per vedere la luce divina, per vedere l’inganno, per vedere come si è veramente. Lui sta crescendo insieme alle sue doti e al suo cuore, e i suoi occhi, quegli occhi innocenti cominciano a brillare sempre di più e a trasmettere amore e compassione come prima non poteva essere... Lui è qui per sperimentare tutte le facce dell’amore in un mondo che lo nasconde con cupidigia, assuefatto dalla crapula e dalla paura di esistere... Lui è una delle chiavi per dare l’esempio che tutto è possibile, dovunque, comunque, in qualunque situazione... Lui si accorge che non è mai stato solo, ma si è sentito solo... Lui si accorge che l’amore lo ha sempre avuto, ma lo aveva trascurato e dimenticato... Lui si accorge che da quando ha dimenticato, ha elemosinato amore che non sentiva più… invece di essere un faro... Lui si accorge che ha tanto da dare, ma che non vedeva come fare... Lui è circondato da “angeli” fratelli… il mondo dei disperati… che fanno il tifo per lui... Lui non ha più paura delle umane emozioni ma le comprende come un padre e una madre amorevole... Lui diventa… fa felice la sua parte bambina quando si crogiola anche se ormai solo più con la sua immaginazione o di notte, al suo ritornare Angelo a tutti gli effetti, tra le fidate braccia della sua amata piena di ardore e amore per lui... Lui si eleva e si radica nell’universo creato come un seme di sequoia, attraverso la danza divina degli amanti celesti, per diventare creatore e creatura assoluta per sempre... Per creare nuovi universi, mondi e spazi pieni d’amore e di arte, dove si odono urla di gioia e canti di pace. Dal momento della perdita della sua famiglia e della sua protetta ancorché moglie ha vissuto esperienze di vita sconvolgente ed immenso dolore e sofferenza, che non hanno cambiato sostanzialmente la sua vita, ma hanno mutato molti aspetti del suo carattere, della sua personalità e soprattutto il modo di rapportarsi alle situazioni, alle avventure ed agli ostacoli che la vita, programmata e frenetica del giorno d’oggi, gli pone dinanzi. Adesso vede la sua paura (in chiave forse un po’ allegorica) più come la paura di cambiare, di non trovarsi più in sintonia con il se stesso antico, con le sue vecchie opinioni e di conseguenza veder crollare tutte le sue radicate certezze, dovendo così impegnarsi per ricostruire tutto dall’inizio. Il progresso interiore che passa attraverso mille tribolazioni e conoscenze è dunque per lui come il progresso della scienza che cammina grazie a smentite di teorie, che sembravano ormai consolidate e dunque alla formulazione di nuove teorie, o meglio, di nuove ipotesi che rimpiazzino quelle antiche ed aprano nuove strade alla conoscenza.

  • 13 June 2016
  • 14

Contattami

Andrea Brusa

Il tuo messaggio è stato inviato!