COMUNICATI STAMPA

andrea brusa,Il noto scrittore Torinese ANDREA BRUSA (colpito in prima persona dal cattivo operato del sistema Giustizia) dopo aver perso moglie e figlia RAGIONE DELLA SUA VITA.... decide di darsi alla politica

Il noto scrittore Torinese ANDREA BRUSA (colpito in prima persona dal cattivo operato del sistema Giustizia) dopo aver perso moglie e figlia RAGIONE DELLA SUA VITA.... decide di darsi alla politica

I veri showman non sono tanto i Fiorello, i Fazio, i Santoro e via dicendo, i veri uomini di spettacolo sono i protagonisti del populismo giudiziario creato ad hoc dai PM, colpiti in questi ultimi anni da mania di protagonismo e dall’assoluta faziosità di certuni magistrati, sia durante i dibattimenti che politicamente parlando. Dovrebbe esistere anche per loro un codice deontologico che richiama ai principi di controllo e discrezione. Mi sono reso conto che c’è da avere molta paura quando il Pubblico Ministero tende a scorgere nella conferma in giudizio delle accuse una condizione in merito alla propria credibilità professionale. Il tornare indietro su un’idea o avere dei dubbi su quanto investigato può causargli una sorta di inattendibilità, ove colui che giudica anziché essere, come l’etica vuole, un equidistante ricercatore della verità diviene, al contrario, il nemico numero uno del reo. Da qui il carattere spaventoso del potere giudiziario, che mette in risalto il potere di un uomo su un altro uomo propenso, pur di non ritornare sui propri passi, a rovinare la vita a vari individui... per non parlare di quando si rovinano le vite dei minori.

  • 30 March 2016
  • 14

Contattami

Andrea Brusa

Il tuo messaggio è stato inviato!